Ultima modifica: 11 Dicembre 2017

Chimica, materiali e biotecnologie

Il diplomato in Chimica, Materiali e Biotecnologie

  • ha competenze specifiche nel campo dei materiali, delle analisi strumentali chimico-biologiche, nei processi di produzione, in relazione alle esigenze delle realta’territoriali, negli ambiti chimico, merceologico, biologico, farmaceutico, tintorio e conciario;
  • ha competenze nel settore della prevenzione e della gestione di situazioni a rischio ambientale.

È in grado di

  • collaborare, nei contesti produttivi d’interesse, nella gestione e nel controllo dei processi, nella gestione e manutenzione di impianti chimici, tecnologici e biotecnologici, partecipando alla risoluzione delle problematiche relative agli stessi; ha competenze per l’analisi e il controllo dei reflui, nel rispetto delle normative per la tutela ambientale;
  • integrare competenze di chimica, di biologia e microbiologia, di impianti e di processi chimici e biotecnologici, di organizzazione e automazione industriale, per contribuire all’innovazione dei processi e delle relative procedure di gestione e di controllo, per il sistematico adeguamento tecnologico e organizzativo delle imprese;
  • applicare i principi e gli strumenti in merito alla gestione della sicurezza degli ambienti di lavoro, del miglioramento della qualità dei prodotti, dei processi e dei servizi;
  • verificare la corrispondenza del prodotto alle specifiche dichiarate, applicando le procedure e i protocolli dell’area di competenza; controllare il ciclo di produzione utilizzando software dedicati, sia alle tecniche di analisi di laboratorio sia al controllo e gestione degli impianti;
  • acquisire e approfondire, nelle attivita’ di laboratorio, la competenze relative alle metodiche per la preparazione e per la caratterizzazione dei sistemi chimici, all’eleborazione, realizzazione e controllo di progetti chimici e biotecnologici e alla progettazione, gestione e controllo di impianti chimici.

Il diploma in chimica, materiali e biotecnologie consente di

  • iscriversi a tutte le università italiane
  • partecipare a concorsi nelle Pubbliche Amministrazioni
  • esercitare la libera professione (previa iscrizione all’Albo provinciale dei periti industriali)
  • insegnare (con il congiunto diploma di Laurea)
  • inserirsi presso imprese specializzate del settore chimico e dei materiali

Nell’articolazione CHIMICA E MATERIALI si acquisiscono le competenze relative alle metodiche per la preparazione e per la caratterizzazione dei sistemi chimici e all’elaborazione, realizzazione e controllo di progetti chimici e biotecnologici nelle attività di laboratorio e alla progettazione, gestione e controllo di impianti chimici.

 

QUADRO ORARIO SETTIMANALE
Articolazione
CHIMICA E MATERIALI

ore
I° biennio II° biennio 5° anno
Lingua e letteratura italiana 4 4 4 4 4
Lingua inglese 3 3 3 3 3
Storia 2 2 2 2 2
Matematica 4 4 4 4 3
Diritto ed economia 2 2
Scienze integrate (Scienze della terra e Biologia) 2 2
Geografia 1
Scienze motorie e sportive 2 2 2 2 2
Religione cattolica o attivita’ alternative 1 1 1 1 1
Scienze integrate (Fisica) 3(1) 3(1)
Scienze integrate (Chimica) 3(1) 3(1)
Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica 3(1) 3(1)
Tecnologie informatiche 3(2)
Scienze e tecnologie applicate 3
Complementi di matematica 1 1 1
Chimica analitica e strumentale 7(4) 6(4) 8(6)
Chimica organica e biochimica 5(3) 5(3) 3(2)
Tecnologie chimiche industriali 4(1) 5(2) 6(2)
Totale complessivo ore settimanali 33(5) 32(3) 32(8) 32(9) 32(10)
Tra parentesi le ore di Laboratorio

Allegati:

Linee guida ministeriali per le discipline del PRIMO BIENNIO

Programmi ministeriali delle discipline  dell’AREA COMUNE del SECONDO BIENNIO + QUINTO ANNO

Programmi ministeriali delle discipline di INDIRIZZO del SECONDO BIENNIO + QUINTO ANNO




A
ACCESSIBILITA'